by
Aprile 12th, 2020

This post is also available in: English Français Español Português 한국어 Nederlands 简体中文 日本語 polski Čeština Dansk

Allineamento globale della Pasqua e dell’Ultima Cena

Per anni, Dio ci ha riuniti nell’unità come famiglia globale di fede con la presenza dello Spirito Santo. Riceviamo questa visione dalla preghiera di Yeshua in Giovanni 17, che tutti noi saremmo stati una cosa sola nell’amore di Dio. Stiamo vivendo la realtà dell’ecclesia internazionale. È una comunione di fede, una koinonia e comunione, che sta crescendo esponenzialmente sia in qualità che in quantità, man mano che il nostro amore per l’altro si approfondisce.

Stiamo anche entrando in un allineamento strategico con i rapporti di alleanza tra ebrei, arabi e persone di ogni nazione e gruppo etnico. Una tale serie di relazioni globali non sarebbe potuta accadere prima in nessun momento della storia.

Ora stiamo cercando di mettere questa comunione internazionale in linea con l’ordine delle alleanze storiche di Dio, del calendario biblico e dei modelli profetici. Tuttavia, ogni volta che parliamo di radici ebraiche, di allineamento globale, di giorni santi e così via, dobbiamo stare attenti, perché si può facilmente perdere l’equilibrio. Si possono commettere errori da entrambe le parti: cercando di essere troppo “ebrei” nel nostro orientamento culturale, o rifiutando il significato biblico nelle feste e nei simboli ebraici.

Quando allineeremo la nostra comunione globale con il modello di alleanza di Dio, credo che ci sarà una liberazione di grande potere spirituale. Il corretto allineamento richiede che manteniamo il giusto equilibrio.

Linea orizzontale centrale – famiglia globale, comunione internazionale, una linea che attraversa tutto il mondo. Questo è quello che abbiamo appena fatto la settimana scorsa – oltre 120.000 dispositivi che si collegano da 147 nazioni.

Il luogo dove la comunione internazionale e la stagione pasquale si intersecano, è nell’Ultima Cena. L’Ultima Cena era un servizio di comunione o un seder pasquale? Entrambe le cose! La comunità ebraica e la comunità cristiana si sono divise – una è andata alla comunione, una è andata al seder, e le manca il potere combinato

Per metterli insieme, la spilla di collegamento è nell’Ultima Cena – è una vera e propria Pasqua ebraica e una vera e propria Comunione cristiana. È molto importante non perdere questa spilla di collegamento tra la comunione internazionale Ecclesia e il pasto dell’alleanza pasquale: l’Ultima Cena di Yeshua e dei suoi discepoli.

La Pasqua ebraica e la Comunione si uniscono nell’Ultima Cena. Le due diventano una cosa sola, pur mantenendo la propria identità. Vogliamo ricollegare la Pasqua ebraica e la Comunione dopo 2.000 anni di separazione. L’Ultima Cena è l’intersezione. La comprensione dell’Ultima Cena mette in sintonia la Comunione e la Pasqua ebraica.

Non stiamo dicendo che i cristiani di tutto il mondo debbano tenere un seder pasquale completamente ebraico. Tuttavia, stiamo dicendo che la Pasqua ebraica è l’origine e il fondamento della comunione cristiana internazionale. Chiediamo ai cristiani di riallineare la comunione alle sue fondamenta di alleanza nella Pasqua ebraica, comprendendo l’Ultima Cena nel suo giusto contesto.

Per il mondo ebraico, diciamo che la Pasqua ebraica trova il suo compimento nell’Ultima Cena. I simboli dell’agnello della Pasqua ebraica, le coppe di vino, la matzah e così via – tutti hanno il loro pieno significato in Yeshua il Messia. Senza Yeshua, i simboli della Pasqua ebraica non hanno il loro significato profetico.

L’Ultima Cena è il compimento della Pasqua; e l’Ultima Cena è il fondamento della Comunione. Sono stati divisi per 2.000 anni. Ora, come Ecclesia internazionale, compresi gli ebrei messianici e gli arabi cristiani, abbiamo l’opportunità di riunire questi due grandi elementi.

Non è solo una questione di cristiani che vanno a ritroso nella storia per capire la Pasqua ebraica. Quando comprendiamo il nostro passato, possiamo vedere dove stiamo andando nel futuro. È come un arco e una freccia – tirare all’indietro è ciò che mira e spinge a tirare in avanti

La comunione è un’esperienza spirituale soprannaturale. Ma quando viene presa senza le sue radici di alleanza, non ha una direzione profetica. Quando la comunione è allineata con la Pasqua attraverso l’Ultima Cena, si forma un vettore. Dalla Pasqua all’Ultima Cena alla Comunione si formano delle coordinate su una linea che punta in una direzione

Il significato della Pasqua ebraica è passato, presente e futuro. Anche i Rabbini insegnano che la celebrazione della Pasqua ebraica non è solo per ricordare il passato del Faraone e delle Piramidi, ma è per guardare alla piena redenzione nazionale alla venuta del Messia. Essa contiene il futuro del regno del Messia.

Allineare la Comunione cristiana con le sue origini di alleanza nella Pasqua ebraica ci prepara agli eventi della fine dei tempi. La storia dell’Esodo contiene elementi che ci insegnano la seconda venuta di Yeshua.

La Pasqua ebraica ebbe due parti: prima la salvezza con il sangue dell’Agnello e poi la vittoria militare sul Mar Rosso. L’espiazione personale si è compiuta alla prima venuta di Yeshua, la redenzione totale si compirà alla seconda. L’allinearsi con il disegno di Dio ci indica la giusta direzione e ci prepara i tempi finali e la venuta del regno di Yeshua

La moltitudine mista che è venuta fuori dall’Egitto (Esodo 12:38) è stato il vero scopo di Dio fin dall’inizio – Egli è alla ricerca di un gruppo di persone. Quella moltitudine mista diventerà alla fine la grande moltitudine che nessuno può contare (Apocalisse 7:9). Dio desidera un “popolo speciale” e un sacerdozio reale (Esodo 19:5-6, I Pietro 2:5, Apocalisse 1:6; 5:10) da ogni nazione, lingua e tribù.

Ebrei, arabi e ogni gruppo etnico sono inclusi in quel “popolo speciale”. Ogni singola persona e ogni gruppo etnico ha un posto uguale nella famiglia di Dio. Mentre l’Ecclesia internazionale si riunisce nel giusto allineamento, dovrebbe esserci una tremenda liberazione del potere. I propositi gloriosi di Dio per tutti i suoi figli insieme saranno rivelati

Gli ebrei e gli arabi sono i discendenti di Abramo. Essi erano le prime due parti della famiglia di Dio, e in qualche modo diventano le ultime due parti da restaurare. Quando questi ultimi due pezzi – arabo ed ebreo – cadono al loro posto nella famiglia globale, il puzzle è completo

Ebrei e arabi erano nemici nella storia della Pasqua ebraica. Alla comunione, ebrei e arabi sono riconciliati dal sangue dell’Agnello, Yeshua. Ora possiamo essere soci, non nemici. La comunione dell’ecclesia internazionale è giustamente allineata quando è collegata alla Pasqua ebraica dall’Ultima Cena. La famiglia globale raggiunge la sua pienezza quando ebrei e arabi entrano in alleanza

Crediamo che queste relazioni, se unite e giustamente allineate, libereranno una grande sinergia di rinascita spirituale.

Print Friendly, PDF & Email
By |2020-04-12T17:42:34+00:00Aprile 12th, 2020|Commenti disabilitati su Allineamento globale della Pasqua e dell’Ultima Cena