by
Febbraio 27th, 2020

This post is also available in: English Français Deutsch Español Português 한국어 Nederlands 简体中文 日本語 polski Русский Čeština Dansk ไทย

Maria nei pressi della tomba: Rivelazione progressiva – Parte 1

Celebrazione della Giornata internazionale della donna, 8 marzo 2020

La scrittrice di oggi, Greta Mavro, lavora in Grecia per conto di Revive Israel/ Tikkun Global ministries.

Quand’ero bambino, parlavo come un bambino, avevo il senno di un bambino, ragionavo come un bambino; quando sono diventato uomo, ho smesso le cose da bambino. Ora infatti vediamo come per mezzo di uno specchio, in modo oscuro, ma allora vedremo a faccia a faccia; ora conosco in parte, ma allora conoscerò proprio come sono stato conosciuto. Ora dunque queste tre cose rimangono: fede, speranza e amore; ma la più grande di esse è l’amore. 1. Corinzi 13:11-13

Quando l’amore divino si manifesta, siamo spinti a mettere da parte le cose infantili per seguirLo fino a quando non ci troviamo faccia a faccia con Lui. Quando amiamo, non ci accontentiamo mai di conoscere in parte. Dobbiamo conoscere così come siamo conosciuti. Questa è la natura dell’amore divino.

C’è una potente rivelazione progressiva in Giovanni 20 che ci porta dal conoscere in parte a conoscere la totalità, la perfezione. Tutti possiamo partecipare a questa maggiore pienezza di relazione, mentre aspettiamo il Signore fino alla sua venuta, come fece Maria Maddalena al sepolcro. Maria non si è accontentata di conoscere Yeshua in parte, anche dopo la sua morte. Il suo cuore chiedeva di più.

Or il primo giorno dopo i sabati, al mattino quando era ancora buio, Maria Maddalena andò al sepolcro e vide che la pietra era stata rimossa dal sepolcro. Allora andò di corsa da Simon Pietro e dall’altro discepolo che Gesù amava e disse loro: «Hanno tolto il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’abbiano posto».       Giovanni 20:1-2

Ci sono molti che si fermerebbero a questa notizia, ma Pietro e Giovanni, che avevano camminato fianco a fianco con Yeshua, corsero alla tomba per indagare più a fondo. Giovanni l’apostolo che Dio amava supera Pietro, si china, vede i vestiti di lino, ma non entra. Pietro arriva, entra nella tomba dove vede non solo i vestiti di lino, ma anche il sudario che era stato posto sul capo di Yeshua ripiegato in un luogo a parte. Poi Giovanni entra nella tomba e crede. Entrambi ricevono potenti prove della resurrezione, ma solo in parte. Entrambi tornano a casa. Ci sono molte persone che, come gli apostoli, hanno interrotto la loro ricerca, e sono magari “tornati a casa” dopo aver ricevuto una parziale conoscenza del Signore. Molti rimangono soddisfatti delle buone prediche e della teologia, delle conferenze, del successo del ministero, del livello di rivelazione, ma si fermano lì.

Anche Pietro e Giovanni, che erano i suoi discepoli più vicini e intimi, tornarono a occuparsi dei loro affari come al solito. Infatti, Pietro tornò a pescare e attirò con sé gli altri discepoli disorientati. Pescarono tutta la notte ma non pescarono nulla, perché Gesù li aveva già chiamati a diventare pescatori di uomini. Nel loro smarrimento, tornarono a “pescare nel mare sbagliato”.

Ma Maria non poteva tornare alla sua vecchia vita. Non poteva “tornare a casa”, o tornare agli affari come al solito. Gesù era la sua casa e la sua unica e ultima destinazione era quella di rivederlo.

Ma Maria era rimasta fuori del sepolcro a piangere. E, mentre piangeva, si chinò dentro il sepolcro, e vide due angeli, vestiti di bianco, che sedevano l’uno al capo e l’altro ai piedi del luogo, dove era stato posto il corpo di Gesù. Essi le dissero: «Donna, perché piangi?». Ella rispose loro: «Perché hanno portato via il mio Signore, e io non so dove l’abbiano posto». Giovanni 20:11-13

Maria cercava qualcosa di più degli angeli, qualcosa di più delle prove della risurrezione di Yeshua, qualcosa di più di una parte di Lui. Lei stava cercando Yeshua in persona! Cercava Colui che la sua anima amava!

Print Friendly, PDF & Email
By | 2020-02-27T13:39:07+00:00 Febbraio 27th, 2020|Commenti disabilitati su Maria nei pressi della tomba: Rivelazione progressiva – Parte 1