by
Giugno 25th, 2020

This post is also available in: English Français Deutsch Español Português 한국어 Nederlands 日本語 Dansk

Non temete le cospirazioni contro il Corona!

[Amata, non scrivo per prendere in giro nessuno. Ho scritto questo dopo avere trascorso del tempo in preghiera e con parola di un cuore d’amore e di profonda preoccupazione per il popolo di Dio].

Notate che non ho scritto “teorie di cospirazione”, ma cospirazioni. Partiamo dal presupposto che alcune o tutte le diverse potenziali teorie di cospirazione non sono affatto teorie, ma verità:

Ok, e adesso?

La domanda è: come dobbiamo rispondere?

Qual è la risposta dei cristiani in Cina al fatto che il loro governo cospira quotidianamente contro di loro? Predicare il Vangelo. Conquistate quante più persone possibile. Qual è stata la risposta di Paolo alla persecuzione dei credenti da parte di Roma? Predicare il Vangelo. Qual è stata la risposta degli apostoli al processo illegale e all’omicidio di Yeshua? Predicare il Vangelo. O quando furono arrestati e picchiati (Atti 3-4)? Predicare il Vangelo. Quali furono le ultime parole di Yeshua? “Avvertire la gente su Bill Gates? “No, e perdonatemi, non sto cercando di fare il carino, ma di fare un punto. Le sue ultime parole sono state quelle di andare in tutto il mondo e fare discepoli. Cosa ci fa Paolo nella sua cella? È preoccupato per l’imperatore Nerone? No, continua a fare il ministro attraverso le sue lettere.

Non sto dicendo che ignoriamo l’ingiustizia o le persone che cospirano per fare il male. (Naturalmente, avremo bisogno di più prove di qualche post su Facebook).

Le nazioni cospirano

Non dovrebbe essere una sorpresa che alla fine non saremo in grado di comprare o vendere senza il marchio della bestia. Verrà il giorno in cui i governi del mondo si rivolteranno contro i credenti e ci perseguiteranno. Anche se non credo che l’attuale incoraggiamento di non riunirsi in grandi gruppi sia motivato dal desiderio di chiudere la chiesa, questa è una buona occasione per praticare, perché quel giorno arriverà sicuramente! Essi “cospireranno” contro Dio e il suo
Messia

  1. Perché le genti congiurano, perché invano cospirano i popoli?
  1. Insorgono i re della terra e i principi congiurano insieme contro il Signore e contro il suo Messia:

Il fatto che certi poteri cospirino contro Dio e il suo popolo non è una novità, né sconvolgente. È stato profetizzato molto tempo fa. La domanda è: siamo pronti?

Troppo spesso temiamo le nazioni infuriate e cospiratrici, più di Colui che le ha create. Quando ci affliggiamo per le cospirazioni dell’uomo, facciamo Dio molto piccolo. Il più grande di tutti i cattivi attori a venire non è il principe Carlo, l’OMS, Bill Gates o il dottor Fauci, ma l’anticristo, ed è un mero burattino in mano a Dio. Per tre anni e mezzo quest’uomo potente non potrà toccare Gerusalemme, poiché i due testimoni, che per caso sputano fuoco e “colpiscono la terra con le piaghe tutte le volte che vogliono“, lo tratterranno mentre proclamano Yeshua dalla Città Vecchia di Gerusalemme. Solo dopo che se ne saranno andati (in cielo), egli attaccherà la Città Santa (Zac. 14:1-2)

Nonostante tutti i piani dell’uomo, Dio avrà la sua strada. Nessuno farà il gioco di Dio, (con le torri cellulari a 5G o i finti vaccini), ma al contrario: sono i suoi servi, che lo sappiano o no. Durante gli ultimi sette anni prima del ritorno di Yeshua, loro hanno grandi difficoltà ad attuare i loro piani malvagi in mezzo a pestilenze, terremoti e siccità, mentre i credenti godranno di protezione da molte di esse, come gli israeliti durante le pestilenze della Pasqua ebraica. Sarà un periodo
straziante per il pianeta Terra.

“Poi disse loro: «Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno, e vi saranno di luogo in luogo terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandi dal cielo. Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e a governatori, a causa del mio nome. Questo vi darà occasione di render testimonianza.” (Luca 21:10-13)

“Giuro il mio capo al cielo”

La mia preoccupazione non è chi sta cospirando, ma per coloro che non sono preparati per i tempi difficili; per le persecuzioni. Anche adesso, molti profetizzano, sperano e pregano che si possa tornare tutti alla normalità – e
normale significa 30.000 in borsa, economia forte e chiese piene. Ma è questo che Dio vuole? Forse per una stagione, fino al prossimo ‘travaglio del parto’. Certo, se siamo negli ultimi giorni, la vecchia normalità non è quello che succederà – mi preoccupo molto meno della parola o visione profetica di qualcuno, che della parola di Dio incrollabile, precisa al 100%, che parla di un tempo di sofferenza cataclismica prima del ritorno di Yeshua.

Ma noi rivogliamo la nostra normalità. Ho parlato con un pastore di una chiesa molto grande l’altro giorno, che lo capisce, ma mi ha detto che tutti i suoi compagni dicono: “Non preoccuparti… tutto tornerà presto alla normalità”. “O forse Dio sta facendo quello che ha detto nella sua parola? Ebrei 12:26-27 ci dice che Egli scuoterà tutto ciò che può essere scosso, in modo che rimanga solo ciò che è incrollabile.

Vedo un momento in cui Dio sta per far crollare alcune delle nostre strutture ministeriali. Non mi esento, perché solo Dio conosce il mio cuore e le mie motivazioni, le mie paure e le mie gelosie. Lasciate che tutto crolli! Immagino che alcuni pastori siano in preda al panico per la perdita delle loro piattaforme. Attenzione a chi vi dice che la chiave per fermare la peste sia un dono al loro ministero. Il dono è super importante, soprattutto in un periodo di carestia o di peste, ma il popolo di Dio è stato troppo spesso manipolato da predicatori milionari. Continuo a vedere nel mio spirito impalcature e strutture che sono state create dall’uomo, e una palla demolitrice/terremoto che le ha distrutte tutte. Poi nasce qualcosa di più bello: l’ecclesia, il popolo di Dio al suo posto. È possibile che Dio non stia prosciugando la palude solo in politica, ma anche nel ministero? Il giudizio non inizia forse con la casa di Dio? (1 Pietro 4,17).

Credo assolutamente nella leadership. Ma i leader sono chiamati a “equipaggiare i santi per le opere di ministero” (Ef 4,11-14) e non a fare tutto il ministero da soli. La mia ipotesi è che più credenti non leader stanno facendo più ministero ora di prima, a causa di COVID-19. Dobbiamo essere come Gesù in questo mondo.

Mi piacerebbe che le cose tornassero come prima. La mia vita era bella. Il nostro piccolo giro d’affari ha perso circa 20.000 dollari… finora. Ma come ha detto Keith Green: “Io prometto la mia testa al cielo per il Vangelo”. “Chi ho se non Gesù? Lui sta spogliando tutto il resto. E sì, è spaventoso, ma io desidero la Sua gloria. Egli non ritorna da una sposa distratta, ma da una che anela a Lui.

(Ho scritto questi ultimi paragrafi in lacrime, sacro timore e tremore). Yeshua lo chiama l’inizio dei dolori della nascita (Matteo 24:8). Per quelli di voi che hanno partorito, non avete bisogno che vi dica che i dolori del parto o i dolori della nascita, arrivano a ondate. Questi servono, tra l’altro, a far sapere alla madre che il bambino sta per nascere. Ciò mi dice due cose: Uno, questo alla fine si placherà, ma non per molto tempo. Altri dolori arriveranno sotto forma di quello che ha detto Yeshua: Terremoti, carestie, guerre e pestilenze e, naturalmente, persecuzioni.

In secondo luogo, i dolori della nascita finiscono con un parto. Ci stiamo avvicinando a quel glorioso Regno Millenario dove, come ha scritto il mio caro amico che ora è con Yeshua, Marc Chopinsky, Egli regnerà su tutta la terra. Qualsiasi madre vi dirà che, una volta nato il bambino, il dolore della nascita diventa rapidamente un lontano ricordo.

Cosa fare?

Invece di concentrarci su teorie di cospirazione (anche se vere) dovremmo

1) Prepararci a ciò che sta arrivando. Non intendo fare scorta d’acqua, intendo dire prepararsi emotivamente e spiritualmente. Dobbiamo imparare a vivere in modo soprannaturale come Elia durante la siccità. Questo è ciò che ci ha detto Gesù: “Non abbiate paura… Ma decidete di non preoccuparvi prima di come vi difenderete. ” (Luca 22:9, 14)

Perché ci dice questo? Perché il cuore della gente li deluderà. Infatti, in Matteo, Yeshua dice che la gente si arrabbierà con Dio e cadrà via: “E allora molti si offenderanno, si tradiranno l’un l’altro e si odieranno. “Il dolore della nascita è per noi un segno per svegliarci e prepararci. Pregare e cercare Dio. Trovare in Lui la nostra sicurezza. La prima parte di questa citazione ha a che fare con gli eventi mondiali, e poi la seconda con l’essere arrestati per la nostra fede. Queste cose accadranno.

2) Rallegrarci ed eccitarci. Parlando del segno della fine dei tempi, Yeshua ci dà il vaccino, se volete, alla piaga del “panico”:

“Quando queste cose cominciano ad accadere, alzatevi e alzate la testa, perché la vostra redenzione si avvicina. ” (Luca 21:28)

Andiamo a caccia di Dio come mai prima d’ora!

Non dormiremo tutti, ma ci cambieremo tutti – in un lampo, in un batter d’occhio, all’ultima tromba. Perché la tromba suonerà, i morti risorgeranno imperituri, e noi saremo cambiati. Perché il deperibile deve rivestirsi dell’imperituro, e il mortale dell’immortalità. Quando il deperibile sarà stato vestito con l’imperituro e il mortale con l’immortalità, allora il detto che sta scritto si avvererà: “La morte è stata inghiottita dalla vittoria”.

“Dov’è, o morte, a tua vittoria?
Dov’è, o morte, il tuo pungiglione?”
Il pungiglione della morte è il peccato, e il potere del peccato è la legge.
Ma grazie a Dio! Egli ci dà la vittoria attraverso nostro Signore Gesù Cristo. (1 Cor. 15,51: -57)

Print Friendly, PDF & Email
By | 2020-06-25T01:20:41+00:00 Giugno 25th, 2020|0 Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.