by
Aprile 26th, 2020

This post is also available in: English Français Deutsch Español Português 한국어 Nederlands 日本語 Čeština Dansk

Yeshua di Apocalisse 1: Geova, Gesù e il Giudizio

Il nome Gesù è, nell’originale, Yeshua – ישוע. Yeshua è una forma abbreviata di Giosuè, nell’originale, Yehoshua – יהושע. Yehoshua significa che Geova salva proprio come Giosafat o Yehoshaphat יהושפט significa giudici di Geova.

Il nome YHVH o Geova si trova all’interno del nome Yeshua, anche se la maggior parte delle persone non lo sa. Come Yeshua venne per salvarci, così ritornerà per giudicare, fare la guerra e governare le nazioni (Apocalisse 19: 11-16).

Quando osserviamo gli eventi degli ultimi tempi, ci sono tremende piaghe e giudizi, che vanno oltre la capacità della maggior parte di noi di inserirsi nel quadro della nostra teologia o della nostra comprensione di chi sia Dio.

C’è molto in parallelo tra gli eventi degli ultimi tempi e gli eventi della storia dell’Esodo. I rabbini dicono: “L’ultima redenzione sarà come la prima redenzione”. La venuta del Messia e la fine del mondo si baseranno sul modello trovato nel libro dell’Esodo. Come con Mosè, così con il Messia.

Nel libro dell’Esodo, Dio portò piaghe catastrofiche sull’Egitto per distruggere il loro impero, portarli al pentimento e liberare il popolo. Dio ha usato un uomo (Mosè) per esercitare l’autorità di portare quelle piaghe. (La parola ebraica per pestilenze è Makot – מכות – significato, sciopero o colpo. Potrebbe essere tradotto ‘I Dieci Colpi’.)

Le piaghe furono anche descritte come un attacco del “distruttore” (Esodo 12:13). Tuttavia, l’enfasi del testo è che le pestilenze erano punizioni inviate da Dio, eseguite dai rappresentanti umani di Dio e fatte con uno scopo predeterminato. L’inizio e la fine di ogni pestilenza furono controllati da Mosè e Aaronne, che obbedivano agli ordini diretti di Dio.

Questi tipi di eventi torneranno nei tempi finali. (Vedi “Apocalisse: la chiave della Pasqua ebraica” di Dan Juster). Ci sarà un impero malvagio dell’Anticristo a immagine dell’impero del Faraone. Dio porterà enormi giudizi per distruggere quell’impero. Le piaghe avranno tre scopi principali:

  1. Avvertire i malvagi dall’imminente dannazione
  2. Portare i peccatori al pentimento e alla salvezza
  3. Affinare i santi a maggior fede e purezza

Dio si aspetta che il Suo popolo sulla terra sia in attivo accordo con i Suoi giudizi. Dobbiamo cooperare con Dio per fede, proprio come avrebbero dovuto fare Mosè e gli israeliti. In che modo ciò si adatta alla nostra comprensione di Dio?

Dobbiamo cogliere sia la gentilezza di Dio che la Sua severità (Romani 11:22). Dobbiamo espandere la nostra comprensione di chi è Dio. Per comprendere gli eventi degli ultimi tempi, dobbiamo comprendere le caratteristiche di Dio che opera in questi ultimi tempi. La presentazione di chi è Yeshua nel primo capitolo dell’Apocalisse precede tutti gli eventi del resto del libro.

Quando nacque Yeshua, era difficile per le persone capire che era Dio nella forma di un essere umano, in un corpo normale e non glorificato. Dopo essere stato risuscitato dai morti, per i discepoli fu di nuovo difficile capire chi fosse. Venne in una forma diversa e avevano bisogno di rivelazioni aggiuntive per riconoscerLo (Luca 24: 13-5).

Un’esperienza simile accadde a Mosè in Esodo 6: 1-8. Dio dice a Mosè che il popolo Lo ha conosciuto con il nome di El Shaddai, ma non lo hanno conosciuto con il nome di YHVH (Geova). Continua a elencare cinque o sei modi diversi in cui agirà per portare giudizio sulla nazione e di redenzione, che sono caratteristiche del Suo nome YHVH.

Abbiamo una situazione simile ora. Abbiamo conosciuto Yeshua come l’uomo che cammina sul Mar di Galilea. Ma non Lo abbiamo conosciuto come YHVH-Yeshua, il comandante degli eserciti del cielo, il giudice di tutta la terra, l’esecutore dell’ira di Dio, il re onnipotente e “pantokratico” (dominante).

Per far fronte agli eventi che abbiamo di fronte, dobbiamo cambiare radicalmente la nostra comprensione di chi sia Yeshua. Questo è quello che è successo a Giovanni sull’isola di Patmos. Giobbe ebbe un’esperienza simile con la tempesta, Mosè al roveto ardente, i discepoli sulla strada di Emmaus.

Giovanni fu scioccato e trasformato dall’esperienza su Patmos. Dobbiamo tutti avere la nostra esperienza personale di tipo Patmos. Come possiamo affrontare gli eventi del libro dell’Apocalisse se non possiamo occuparci della Yeshua del libro dell’Apocalisse?

Ora è il momento che ciò accada. Questo è un momento critico di “kairos”, di transizione. Leggiamo e comprendiamo Apocalisse 1 in modo da poter abbracciare e vivere gli eventi del resto del libro.

‘Nella Legge e nei Profeti, vedo apparire Geova-Angelo in una forma divina glorificata quando era al di fuori Israele e in una normale forma umana quando era dentro Israele’ (vedi le descrizioni di oltre 30 apparizioni di Geova-Angelo nel mio libro, “Chi ha pranzato con Abramo?).

Yeshua ha due forme: una di gloria e fuoco e una di aspetto umano non glorificato. Venne la prima volta con un aspetto modesto e normale, cavalcando un asino (Zaccaria 9: 9, Matteo 21: 1-9). Ma verrà la seconda volta nella forma divina glorificata, cavalcando un cavallo bianco con gli occhi di fuoco (Daniele 7: 13-14, Apocalisse 19: 11-16).

Non sappiamo come affrontare un’epidemia di virus. Il libro dell’Apocalisse parla di un terzo della natura che viene distrutto e di un terzo della popolazione umana uccisa (Apocalisse 9: 13-18; 16: 1-9)! Per essere in grado di comprendere gli eventi del libro dell’Apocalisse, dobbiamo comprendere Yeshua del libro dell’Apocalisse.

Molti ebrei capirono male Yeshua al momento della prima apparizione. Molti cristiani probabilmente lo capiranno male al secondo. Non è più una questione di teologia teorica. Stiamo attraversando i tempi finali e dobbiamo avere una comprensione dei tempi finali di Yeshua.

Prima che Mosè affrontasse il faraone in Egitto, aveva bisogno di capire i potenti modi di giudizio e redenzione di Geova. Prima di poter affrontare i tempi finali, dobbiamo anche capire Yeshua come “Geova-Gesù”. I potenti modi di giudizio e redenzione di Geova sono anche nel nome di Yeshua e non ce ne siamo resi conto.

Mentre Geova mandava Mosè e Aaronne a confrontarsi con il malvagio impero del Faraone, così Geova-Yeshua ci sta mandando per opporci ai poteri malvagi della Bestia negli ultimi tempi (Apocalisse 11: 8). L’autorità del nome Yehovah è all’interno del nome Yeshua. Riprendiamo il grido dell’Esodo e il momento dell’Esodo: “Lascia andare il mio popolo!”

Print Friendly, PDF & Email
By | 2020-04-26T23:45:23+00:00 Aprile 26th, 2020|0 Comments

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.